Scuola e sanitA�

Archiviato il successo della prima edizione, A? entrato nella fase operativa il A�?Progetto di Educazione Sanitaria 2.0A�? patrocinato da: Comune di Busto Arsizio, Provincia di Varese, Lions Club International (Distretto 108Ib1), Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Unione Stampa Periodica Italiana, Ordine dei Medici della Provincia di Varese e Fondazione Scuola di Medicina Carnaghi e Brusatori Onlus. L’importante evento, organizzato dall’Associazione Enrico Dell’Acqua, si candida a svolgere un ruolo di primo piano nel panorama sanitario dell’area in quanto finalizzato a creare le condizioni per un corretto stile di vita dei giovanissimi (A? tra gli obiettivi della riforma sanitaria) oltre a consentire un significativo contenimento delle risorse pubbliche. Al progetto, limitato agli istituti (2A� e 3A� medie) di Busto Arsizio, Gallarate, Castellanza e Valle Olona, hanno giA� aderito 26 plessi scolastici (dieci in piA? dello scorso anno) a conferma dell’interesse suscitato dall’iniziativa promossa con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Varese e l’Azienda Speciale Consortile del Medio Olona. Un’equipe di dieci medici approfondirA� gli argomenti emersi dopo il confronto docenti-allievi (AIDS a�� Tabagismo a�� Alimentazione a�� Alcolismo a�� Nuove tecnologie sono le maggiori segnalazioni) attraverso mirate lezioni che si concluderanno a Maggio 2017. SI sta anche valutando l’opportunitA� di specifici incontri con la partecipazione di genitori e figli a�� un’innovativa azione che ripropone la centralitA� della famiglia a�� ed il primo appuntamento A? programmato il 6 Dicembre prossimo sul tema A�?Internet e i social: quali effetti sui nostri ragazziA�? che sarA� sviluppato dalla psicologa Rossella Semplici all’Istituto De Amicis di Gallarate. Senza sottovalutare la mobilitA� eco-sostenibile a�� una raccomandazione caldeggiata dall’Unione Europea a�� che l’Associazione ha ritenuto di attivare considerato che le FNM hanno programmato il trasporto A�?bici-trenoA�?. In calendario visite guidate al Museo delle due ruote di Busto Arsizio (un’esperta coordinerA� le varie fasi di un percorso ricco di prospettive) per valorizzare un mezzo che oltre a ridurre l’inquinamento, permette di rilanciare un particolare turismo e riscoprire i paesaggi di casa nostra. Infine, assume rilievo la creazione di un apposito sito (autore il prof. Daniele Corti, docente di informatica al Liceo Scientifico Tosi diretto dalla prof. Patrizia Iotti), che ha realizzato con un gruppo di allievi, A�?pagineA�? descrittive della diversificata e qualificata azione dell’Associazione Dell’Acqua.

Busto Arsizio 16/11/2016

 

patrocini

Lascia un commento